4 agosto 2017

Fatti vestire da Rossetto e Merletto...facciamo shopping!

Buongiorno ragazze! Sono Roberta, la modella curvy/dramatic che sta collaborando con Giusy per questa bellissima campagna a favore di tutte le forme e di tutte le taglie. Nel post dell'ultimo look Giusy lamentava, a ragione, una forte difficoltà nel fare acquisti per ragazze come me, e mi ha invitata a condividere la mia esperienza e le mie informazioni. Non potevo fare altro che accogliere l'invito con entusiasmo!

Cominciamo col dire che sì, fare shopping in negozi "fisici" per una taglia over 50 (ma anche over 48/46), può rivelarsi un'esperienza frustrante, tanto frustrante da portare a vere e proprie crisi depressive. L'ultima volta, con Giusy, mi sono quasi messa a piangere, e mi sono dovuta consolare con un rossetto di Kat Von D consigliatomi da lei (diavola tentatrice!). Ci tenevo però a farle vedere come fosse veramente difficile, stancante e disarmante trovarsi di fronte commesse che arricciano il naso, che ti dicono "qui per te non c'è niente", "sai i nostri modelli arrivano alla 46 ma vestono molto!", "fare le 52 costa di più". Premettendo che si trovano anche commesse preparatissime e gentilissime, contro le molte maleducate e indisponenti, la colpa non può essere solo di una presunta difficoltà di produzione, ma a mio parere è soprattutto pigrizia dei marchi e scarsa voglia di innovazione (per non dire di vera e propria scelta discriminatoria, in molti casi anche palesata pubblicamente, vedi Karl Lagerfeld o Abercrombie), perché il mercato è enorme e dal potenziale economico vastissimo. Dirò di più, il problema non si pone solo per le curvy, ma anche per le skinny (quante volte ho letto nei vari gruppi di Giusy di ragazze costrette a cercare i vestiti nei reparti per bambini?), per le petite, per le tall...è più trasversale di quanto possa sembrare in apparenza. Abbiamo tutte la stessa dignità e meritiamo tutte di vestirci come più ci piace, al massimo delle nostre potenzialità. Ma non sono qui per farvi venire una crisi esistenziale! Sono qui per mettere a disposizione gli anni di paziente ricerca e di sperimentazione, siete pronte a iniziare questo viaggio con me? Personalmente, per ovvi motivi, ho maggiore esperienza nell'ambito curvy, ma qualsiasi suggerimento, aggiunta, consiglio, sarà ben accetto, qui o in tutti i canali di Giusy :)

Nella prima parte del nostro viaggio faremo tappa nei negozi fisici, quelli che trovate nei centri commerciali, negli outlet e nelle grandi città.

Partiamo da quelli che sono stati fra i primi negozi specializzati in taglie curvy, quei marchi appartenenti al gruppo Miroglio, primo in Italia a sensibilizzarsi sull'argomento.


Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, Caractere. sono solo alcuni dei brand che da anni commercializzano capi curvy e plus size. Se da una parte hanno il grande merito di aver aperto le porte alle taglie over, dall'altra non è tutto oro quello che luccica. Il target di Oltre dovrebbe essere la contropartita curvy di Motivi, tanto che ora sono spesso accorpati negli stessi negozi. La realtà? Due linee simili per colori e tessuti, ma completamente differente per tagli. Oltre, come Fiorella Rubino (discorso diverso per Elena Mirò per esempio, che ha un target diverso anche per via del prezzo dei capi commercializzati, molto più elevato), soffre della malattia cronica di buona parte dei marchi reperibili nei negozi fisici: tagli a sacco, poco valorizzanti, t-shirt enormi (che non dico che siano il male assoluto, ma come oramai ben sapete non sono adatte a tutte le categorie di donne, una Dramatic come me non può mettere cose informi, pena acquistare subito chili senza il gusto di essersi sfondata di dolci), scarso rapporto qualità/prezzo, linee molto standard, eleganti/sportive chic. In negozio l'ultima volta ho trovato una gonna stupenda blu, di un tessuto sostenuto e lucido, asimmetrica, che avrei comprato ad occhi chiusi...ma era di Motivi, e la mia taglia non era disponibile. Signori, ascoltatemi, accorpati i negozi fate il passo in più, accorpate anche i marchi, fatene uno solo con le taglie disponibili per tutte, potete lasciare linee più fashion e linee più classiche, avrete fatto felici moltissime donne in più!

Prossima fermata, un altro marchio italiano molto conosciuto, OVS. La linea curvy è presente da diversi anni, con alti e bassi su tagli e modelli (ultimamente molti bassi, sono tornati alle linee classiche e senza forme). Un paio di anni fa erano usciti con una capsule collection  dalle intenzioni molto lodevoli, giovane e trendy, con un concetto nuovo delle taglie, ma vuoi per la poca reperibilità dei modelli, vuoi per la limitata serie di capi, vuoi per una modella, stupenda per carità, ma totalmente inadatta a rappresentare la linea (art director di OVS, contattate Giusy, non potete pensare di vendere abiti super rock indossati da una modella rossa e natural/ethereal...sembrava totalmente fuoriluogo), dopo un paio di collezioni è stata chiusa. Gran peccato. Però da OVS, a cercare bene, si possono trovare molte chicche, come il reparto t-shirt, che veste fino a una xl/52, e volendo anche rubacchiare al reparto maschile! Confesso di aver acquistato una felpa di Star Wars meravigliosa, morbida, che mi veste benissimo perché, nonostante sia diritta, è stretch e mi segue le curve ;)

Una modella H&M+


Adesso passiamo per uno dei marchi che spesso mi regala grosse, inaspettate soddisfazioni, H&M. Marchio che tutte conoscete, che ha l'unica pecca di avere una linea + non presente in tutti i negozi, e che, se venisse ampliata, riscuoterebbe ancora più successo. Vi consiglio caldamente i jeans modellanti, fatti di un tessuto elasticizzato morbidissimo e molto confortevole, gli unici skinny che non mi fanno uscire pazza dopo poche ore. Qui sono riuscita a trovare anche degli short veramente short, quelli con le stelle dell'ultimo look! Una gioia immensa, finalmente posso scoprire tutta la gamba e non accontentarmi dei bermuda, e una canotta rosa ghiaccio che mai, mai avrei pensato di mettere (anche qui, lo zampino di Giusy e di Anna hanno buona parte del merito per avermi convinta a darle una possibilità).






Altro stop, un marchio tedesco che ha purtroppo pochi negozi fisici, ma ha uno store online ben fornito, C&A. Ad eccezione della linea giovane Clockhouse, che ha la sua omonima Clockhouse xl per le taglie curvy (non presente al completo in tutti i negozi purtroppo), tutte le linee arrivano fino alla 52, e c'è una linea specificatamente taglie morbide che va oltre. Le linee basic in cotone biologico sono veramente convenienti, i jeans di buona fattura, i prezzi popolari, insomma, tanti pregi. La linea taglie morbide di solito è abbastanza classica, con tagli comodi, ma ci si possono trovare anche pezzi interessanti.


Mango ha la sua linea curvy, Violeta, che, a costo di sembrare monotona, soffre un po' della solita malattia "modelli informi e a sacco", e di taglie non sempre veritiere, ma se vi piace lo stile classico va sicuramente tenuta in considerazione.

Faccio una breve menzione di altri marchi, tipo Zara, Kiabi, Primark, perché sono negozi che vanno valutati a discrezione, spesso le etichette riportano disponibilità di taglie grandi che poi o non si trovano in negozio o non vestono quanto promettono, non li escluderei a priori ma li prenderei con le pinze.

Ho dimenticato qualcosa? Sicuramente! Aiutatemi nei commenti ad ampliare la scelta e le disponibilità, scambiamoci le informazioni!!

Alla prossima puntata per la parte che preferisco, lo shopping online...preparate i portafogli!!

Baci da Roberta!

1 commento:

  1. Martino Midali fa capi bellissimi. Li amo! Le loro maglie a scatola o a ovetto mi vestono da mattina a sera.Da provare in negozio,da comperare on line con le loro offerte best prince spettacolari.Poi....a prezzi piu' abbordabili(ma non per questo meno bella e piena di colore) troviamo Wendy Trendy. Linea giovane, dinamica, colorata. Da vedere e da provare. Altro nome, oserei dire stupendo, Thanny,di Alessandra KT, designer vietnamita.Che dire Un inno alla gioia,alla sensualita' al morbido al fluido al leggero.Un inno alla donna.Unico neo solo tre store Bergamo,Milano,e Santa Margherita Ligure Non dispongono di uno shopping on line.(e devo dire che e' un grande vuoto da colmare)Per le milanesi ricordo che di anno Martino Midali esistono due outlet dove fare buoni affari Cercate in internet e troverete tutte le indicazioni.Premetto che,i brand citati vestono "la donna"e non la taglia...una
    marcia in piu' Un bacio e spero di essere stata utile.Simona

    RispondiElimina