4 settembre 2016

Veronica e l’antique retrò




Veronica e l’antique\retrò



Il fascino del vintage…

35% Retrò 25% Natural 20% Gamine 20% Ingenue

L'Antique Retrò (categoria di mia creazione), rappresenta lo stile di quelle persone che, pur apprezzando le tecnologie del presente, hanno una gran passione per il passato.
Sono dandy, hanno una parte Natural, Dramatic e Gamine. E' come se sapessero di un'epoca in cui il tempo scorreva lento, come il rintocco di un orologio a pendolo, le biciclette appoggiate al muro di casa, la borsa della spesa rigorosamente di stoffa o di paglia, le case che profumavano di sapone di marsiglia e di caffè tritato col macinino...
Si scriveva col calamaio, l'acqua fresca era della fontana del paese, la radio enorme con due manopole e cinque stazioni -solo le capitali, il ferro da stiro a carbone, la pelle delle donne faceva le rughe ed esse erano il tatuaggio di una vita vissuta con tanto sentimento, belle nel loro essere donne, mamme e nonne...
Le loro mani erano ruvide, come la lana grezza dei cuscini, accarezzavano un mobile graffiato dai ricordi senza la pretesa di cambiarlo.
Il vecchio rappresentava la vita, l'usato, i ricordi che non vanno persi.
Quelle mani che toccavano una cassapanca vecchia, ma che era stata utile e aveva visto tante vite passarle accanto e sta ancora li, bella solida, col suo legno indistruttibile nonostante le tante tarme che vorrebbero farci colazione.
Queste sono immagini per descrivere questa categoria!
E’ una categoria Vintage, ovvero la persona ha il fascino del tempo passato. Se si leggono attentamente le categorie di Kibbe e si ha una buona conoscenza della storia del costume della moda, si percepisce subito che ogni categoria si basa su un’epoca.
Le Natural sono la sintesi degli anni 70, ad esempio, le Gamine quella degli anni 60, le Dramatic un misto anni 20 ed 80, le Classic sono la fusion dei nostri tempi e delle boutique sartoriali, le Romantic il tripudio anni 50 e così via...Poi ci sono tipologie più particolari, come le Theatrical Romantic e le Soft Dramatic che hanno elementi di epoche differenti. Ad esempio le Theatrical Romantic hanno sia gli "attuali" vestiti di Diane Furstemberg , il c.d. abito a vestaglia, sia elementi gotici.
Quando si dice gotico si  pensa all'inflazionato stile vampiresco che va di moda ora, ma è errato. L’abito con gorgiera, lo stile Erico VIII o Caterina dei Medici etc etc…
L’antique retrò invece è individuare in un’unica persona elementi diversi.
La difficoltà è proprio questa, ci sono persone che trasmettono il  vintage solo a guardarle.
Hanno profili importanti quasi medievali, tutto il loro allure è vintage.
Ma non sono catalogabili in un solo stile, sono un mix and match di molti stili.
Il lavoro che andrebbe fatto è "certosino"; va analizzato in ogni singolo aspetto, accessori, capi etc…E la persona va costruita pezzo dopo pezzo.
Questo lavoro l’ho fatto su Veronica.
Veronica a mio avviso ha una predominanza Antique/Retrò, ha un’allure vintage in tutte le sue sfumature.
Oltre che il restante 25% Natural  20% Gamine 20% Ingenue .
Gli stili che ho individuato in lei sono i seguenti:
-Anni 30
-Anni 50 (un soffio) unito al tartan punk anni 80
-Anni 70
Gli anni 30 hanno il ritorno del punto vita naturale (gli anni 20 lo scesero), tempi duri insieme agli anni 40, anni della guerra...I vestiti erano confezionati in casa dalle mamme. Era l’epoca dei vestiti floreali molto femminili, con i fiocchi sullo scollo e cinturini con fibbie in bachelite. Era l’epoca degli abiti da tè.
Sono facili da imitare, sono morbidi. Piccola chicca da dire: l’abito da bagno in realtà fu inventato negli anni 30. La spilla con il barboncino era un tema ricorrente degli anni 50, mentre quella con il levriero era un must degli anni 20.
Gli anni 70 si fondono con l’armocromia di Veronica. Lei è un autunno soft chiaro, delicata, con gli occhi luminosi quasi ambrati. Tutti gli accessori anni 70 le donano, SOLO gli accessori. Ad esempio la tracollina in pelle scamosciata con chiusura a fibbia, gli stivali stringati anni 70. I bracciali con i charms, le cinturine di pelle con le frange e quelle fatte con l’uncinetto…Gli Anni 50 (un soffio) unito al tartan punk anni 80 vanno mescolati con diversi elementi.

Scheda tecnica di Veronica:
-Tartan punk (accenni)


-Borse a secchiello e tondeggianti mai squadrate. Evitare le trapezoidali. Bauletti a mano sì,borse baguette e pouche bag. (La pouche bag per il suo lato Ingenue)
-Piccole scivolate nel look di elementi bohemian




-Mettere capi decontestualizzati come il pantaloncino corto e il calzino a contrasto (aiuta la parte Gamine).


-Borsetta a mano, col manico rigido fatto di bamboo ad esempio.
-Elementi pump animalier (si fondono con il Natural e pure con l’armocromia)


-Scarpe T –Bar (Sono associate al tango, queste scarpe riecheggiano le atmosfere da Grande Gatsby degli Anni ’20 o lo stile raffinato delle signore borghesi nel dopo guerra MA erano utilizzate anche negli anni 30)


-Collo peter Pan  e anche il colletto Trompe –l’oeil.
-Scamosciato TUTTO ,le  dona tantissimo.
-Preppy Style .
-D’estate da provare le scarpe con la zeppa di paglia.
-Fermagli dai capelli antichi, in osso etc...
Veronica deve fondere vari elementi del passato nel suo stile; appena lo fa ha un’aurea di eleganza senza precedenti, senza che diventi una caricatura di se stessa...Parliamoci chiaro:"solo i naturali appartenenti a questa categoria non rischiano di sembrare una macchietta". L’antique retrò è una categoria rischiosa, vedo molte ragazze che vestono vintage e sembrano artefatte...In lei è perfetta questa categoria, bilancia vari settori e risulta sempre raffinata e luminosa, mentre con altri outfit appare invisibile.
L’ingenue poi le dona una componente vezzosa molto "sua".

Outfit consigliati:
-Sperimentare tutti gli elementi sopra esposti.
L’abbigliamento quotidiano adatto anche alla stagione autunnale potrebbe essere, oltre ai vari abitini, pantaloni capri, kilt etc, shorts vita alta e camicia di seta con calze di 40 denari, cintina in cuoio e basco o cloche in lana cotta.
Il lato ingenue sarebbe da sperimentare con degli abitini scamiciato, stivali scamosciati e tracollina.













Profumi
Anche i profumi devono seguire sempre il lato vintage. Consiglio vivamente tutti i cipriati con note animaliche come l’unione di muschio di quercia, ambra grigia, vaniglia zibetto, alloro...
Anche alcuni cuoiati sarebbero indicati ma delicati, cuoiati floreali diciamo.
Adattissimi Putain des Palaces di Etat Libre D’orange (a cui feci la recensione) Lipstick Rose di F.Malle, Amanter di Marzia Valli, Citizen Queen di Juliette Has a Gun e Vecchi Rossetti di Hilde Soliani…
E poi il re dei profumi, il profumo con la P maiuscola, Mitsouko di Guerlaine. 
























Ho detto più o meno tutto
a presto Giusy dg per R&M.

Nessun commento:

Posta un commento