19 settembre 2016

Analisi Erica Dattesi (Modalità dettagliata)

Analisi Erica Dattesi (Modalità dettagliata)

Dramatic 50%, Romantic 30%, Natural 20%
Erika è una fusione tra Soft Dramatic e Flamboyant Natural.

Un amazzone chic! 








La sua posizione sulla scala Yin/Yang è Yang; a primo impatto è yang come struttura ossea con una spiccata influenza Yin e del Natural al 20%.
Fisicamente ha una struttura allungata nonostante le curve e l’altezza non eccessiva che viene addolcita da elementi facciali evidenti yin, come ad esempio gli occhi grandi, le labbra carnose (Yin) in un viso dolcissimo. E’ gioiosa, carismatica, creativa a suo modo e se si seguono le teorie di Kibbe queste caratteristiche sono molto Yang; però allo stesso tempo Erika è sensuale, affascinante, conciliante e comprensiva (Yin).
Nel complesso prevale il lato Yang considerando anche il Natural; il lato Yin è secondario.
Entrambi devono essere messi in risalto, facendo però attenzione a mantenere l'equilibrio fra i due.
Gli elementi Romantic nel look devono essere usati in piccole dosi per ammorbidire l'effetto complessivo de dare del glamour, il lato Dramatic evidente richiede il minimal, il geometrico nelle forme.
L’elemento Natural invece serve nella stratificazione dei look, nel movimentare il busto, nonostante gli outfit debbano essere accostati al corpo.
La stratificazione dei vari capi dona movimento, non rende il tutto troppo "piatto" per lei.
Ad esempio a lei serve “l'allungamento” nel vestiario, ovvero degli outfit “snelli”, anche un abito lungo a camicia sagomato sarebbe bello da vedere, magari portato sbottonato a metà coscia, e la scollatura a V profonda. Oppure gli stili etnici che si sposerebbero benissimo con il suo essere autunno.
La sovrapposizione a strati è indicata,soprattutto con linee asimmetriche.
La silhouette degli abiti o outfit la terrei sempre allungata ed aderente, la morbidezza non deve essere mai eccessiva, e deve seguire la forma del suo corpo.


Le farei provare piccole dosi di Boho-chic e abiti a stile greco e a kimono.
Non mi sbilancerei su uno stile country invece.
La sua base è Dramatic Romantic, il Natural è presente ma non è la sua essenza quindi temo risulterebbe un effetto “sciatto” con uno stile country puro.
I tessuti ideali dovrebbero essere leggeri.
Nonostante la presenza del Dramatic le suaeparti Romantic e Natural hanno bisogno di fluidità nei tessuti.
Possono essere uno spunto: chiffon leggero e seta con plissettatura a raggio di sole, vari tipi di Jersey, batista di cotone, lana leggera, seta Habotai, voile a spugna, seersucker, buratto, mussola, lino, tessuto a ringrossi e seta sabbiata; broccati di seta, jacquard, tessuto gingham, ikat, pizzo, tessuti tinti per immersione, viscosa fluida.
Le fantasie geometriche sono adatte e anche qualcosa floreale.
C’è da premettere che con lei ho avuto il dubbio Gamine al posto del Natural, ma trovo che quest’ultimo le doni di più.
Questo significa che magliette con i colletti alla Gamine possono tranquillamente far parte del suo abbigliamento informale, senza eccedere...
Scolli e maniche per lei sono molto importanti.
Gli asimmetrici che scoprono una spalla le stanno particolarmente bene, anche il classico vestito alla greca, e quelli con una manica si ed una no.
Per gli abiti da sera, o da cerimonia o per uscite “romantiche” sono altamente consigliati gli scolli a V, arrotondati, a barchetta oppure modellati con uno sprone decorativo. Con maniche a Kimono o a pipistrello.
















Ad esempio con un drappeggio su una spalla, oppure un taglio a sbieco; l’increspatura o il drappeggio asimmetrico creano un look stile greco classico.
L’abito stile greco è perfetto su di lei perché i drappeggi sono verticali e creano un certo allungamento della figura, è un tipo di abito che regala grande margine d’azione, da un lato tende a nascondere alcune parti del corpo femminile (ad esempio ammorbidisce il busto) dall'altro le valorizza perché l’accompagna in maniera fluida. Molte persone non ci fanno caso, ma il corpo femminile viene rivelato e allo stesso tempo nascosto; l’abito può creare uno stile fluido semi-aderente o aderente, dipende dal modello.









Ricapitolando: la silhouette è caratterizzata da forti contorni geometrici che vengono stemperati da linee strettamente drappeggiate e fluenti. Bisognerebbe sempre enfatizzatizzare la linea verticale dell'intera figura, da capo a piedi. I tessuti a mio avviso dovrebbero essere morbidi.
La parte superiore del busto deve essere abbinata a maglie morbide ma non casacche, tipo maglie drappeggiate o scollature asimmetriche oppure essere stratificata ad esempio da una canottiera stretch che arriva appena sopra i glutei e un maglione ad incrocio più corto tenuto morbido.
Se volete un esempio di stratificazione “visivo” vedetevi il film: “il Ritmo del successo-200 center stage”. 














I ballerini stratificavano le magliette che indossavano.
Ho accennato al Gamine perché qualcosina non è malvagia su di lei anzi, opterei più per dei dettagli “particolari”, come una borsa geometrica dal sapore retrò tutta colorata su un outfit più sobrio.
Oppure una maglia dal colletto baby. Non di più: le decorazioni come ad esempio fiocchi, ruches, pizzi o applique troppo infantili o delicate non armonizzano bene su questo tipo di bellezza più da donna che da ragazzina.




I gioielli devono essere macro, molto decorati e vistosi ma invece di essere Soft Dramatic sceglierei più gioielli geometrici, in cuoio, collane lunghe particolari più sul lato Dramatic e Natural.
Collane lunghe e bangles squadrati sarebbero un must have.



Anche i capelli li farei scalati e devono avere un tocco di morbidezza e non risultare eccessivamente severi nelle linee. Gli angoli vanno smussati con onde morbide tenuti da uno stile “finto selvaggio”.




Idem per il trucco che dovrebbe enfatizzare molto gli occhi e le guance e le labbra, sottolineando il lato dramatic. I colori vanno stesi in modo sfumato, senza creare dei contorni netti.
Qui non solo l’armocromia si fonde, ma il lato Natural smorza il Dramatic.

Outfit da lavoro :
-Eviterei le giacche, punterei sui pantaloni, volendo cappe, gonne dritte a tubo, gonna a sbieco, tubino da abbinare con un cardigan “morbido”, trench, abito incrociato stile Furstenberg, abito svasato, collane lunghe. Da provare pure l’abito chemisier ma non troppo a campana.


















Outfit da tempo libero:
-Jeans a vita alta botcut con canottiera streach sopra e una t-shirt più corta sopra che fa intravedere le lunghezze diverse.


-Caffetano .




-Blusa incrociata sempre da indossare con canotte di lycra sotto. 



-Scarpe biker e tutto ciò che è “massiccio” e grintoso.
Come ho ripetuto più volte gli outfit sono da abbinare ad esempio con le maglie sono spesso asimmetriche e lasciano una spalla scoperta, sono fluide, mai troppo aderenti, stile maglia a kimono che funziona molto bene, o le maniche a pipistrello.








-Pantaloni a vita alta e a sigaretta; le gonne sono a tubo, mai corte, sempre sotto il ginocchio o meglio lunghe da osare spacchi evidenti 

- Da provare un abito sopra il ginocchio e leggins sotto e un blouson di nappa.
-Giaccone Caban come quelli preferiti dall'attrice Caterine Deneuve, indossato con un bel pantalone a sigaretta e una scarpa a contrasto “massiccia”.
Parka avvitato.
Jeans a gamba dritta, bootcut.
Proverei anche stivali texani, anfibi, sabot, sneakers e la borsa da postino a tracolla oltre il classico bauletto.


 














Outfit da cerimonia:
Abito lungo, abito sul ginocchio stile impero, abito asimmetrico etc etc
Tute eleganti. Da provare l’abito a kimono.

Da provare anche le  pellicce (ecologiche).












Profumi :
Tutto ciò che è ambra, mirra, legni con misteriose note delle spezie arabe. Proverei il profumo Myrrhe Imperiale della linea Armani Privè, anche se sarebbe indicato più addolcito. Oppure l’esotico sentore dello zafferano caratterizza Jo Malone – Saffron.
Tom Ford Black Orchid dà una nota al cioccolato che probabilmente esprime meglio la nota gourment che addolcisce molto.

Riassumendo considerando l’armocromia e i vari elementi, sono adatti a lei i profumi ambrati o orientali, anche un “filino” boisé o legnosi.
Tutti caratterizzati da sentori dolci, femminili, note come l’ambra grigia, muschio, vaniglia, legni esotici, spesso accompagnate dalle spezie, come la cannella, il cumino.
Sono fragranze dai toni caldi e sensuali in cui unirei la parte Dramatic e Natural con del cuoio e legni pregiati come il cedro o il sandalo che ricordano erbe di foresta.
I cuoiati invece sono note secche e amare che vogliono riprodurre l'odore del cuoio e del tabacco, in questo caso ci abbinerei la vaniglia in modo che addolcisce il tutto.
Anche il cioccolato sarebbe indicato.
La vaniglia è più calda e secca unita ai legni e le spezie, mentre in associazione con le note fruttate risulterà più morbida e con un'impronta gourmand.
Da sentire Arabie di Lutens che è l’emblema degli orientali gourment.


 To be continued R&M

Nessun commento:

Posta un commento