7 settembre 2016

Analisi Anna (tipologia di analisi base)

Analisi Anna (tipologia di analisi base)

40% Classic 40% Dramatic 20% Romantic








L’essere donna, femmina, mamma, leader, lavoratrice, moglie, amica…TUTTO!
La dominante di Anna è il 40% Classic, bellezza di donna adulta, equilibrata, sensuale, nulla di infantile; è una femminilità di donna che comprende tutte le accezioni del termine. A tutto tondo.

Con lei si parte da questa base Classica e si aggiungono elementi preferibilmente yang e un 20% yin che si esprime soprattutto nella forma degli abiti, delle gonne e in qualche tipo di scollatura.
In altri termini le sta bene la svasatura delle gonne e in alcuni vestiti.
Lo yang è nel suo imprinting, le dona quel qualcosa in più di intrigante nella sua classicità.
Le scarpe ad esempio: le donano in particolar modo tutte le decoltè a punta, le scarpe col plateu.
Sarebbe da provare su di lei il tacco a rocchetto, i sabot, ankle boot sotto i pantaloni, stivaletti con i lacci (granny boots) sempre sotto i pantaloni, gli accessori con le borchiette, le borse quadrate e le "buste" per la sera. Tutto ciò che è geometrico e con le punte.



Da sperimentare anche il tacco quadrato e accessori rock.
Da evitare i mocassini, le scarpe da ginnastica, le  punte troppo rotonde e gli stivali da cowboy, i camperos.
Quando usa dei capi classici o estremamente lineari potrebbe osare un gioiello geometrico molto d’effetto, ad esempio un bracciale alla schiava, ma anche qualcosa di più classico come le perle.


Outfit: In primis il tubino in tutte le sue accezioni, perfetto anche in tweed.


Oltre il tubino, considerando la sua parte Romantic, si potrebbe optare per abiti svasati in fondo e per l’abito incrociato.




L’abito incrociato detto anche a portafoglio o Fustenberg valorizza bene le forme ed è versatile. Si può abbinare uno stivale, l’importante è che non sia troppo sportivo.




Le giacche sono preferibili avvitate con spalle definite e dal taglio “corto” e glamour, da abbinare con dei sottogiacca scollati sia a cuore, sia a V, delle maglie asimmetriche preferibilmente da lasciare una spalla scoperta, delle gonne a matita con una bella scarpa animalier.
Essendo un Autunno, l’animalier è assolutamente indicato negli accessori.



Da sperimentare bluse incrociate e con la manica leggermente ampia.
I look peggiori sono gli outfit Natural. Altresì c'è da specificare che, sopra dei tubini classici, potrebbero essere molto chic dei poncho morbidi in jersey, cashmere abbinati a dei guanti in pelle.







La vita deve essere definita, e si può scegliere di farlo con una cinturina minimal oppure optare per degli abiti svasati in fondo.

Sono consigliate le linee pulite non aderentissime, mentre sono da evitare sia le linee intricate, rouche o balze sia le linee non costruite, larghe, squadrate od orizzontali.

Da evitare “come la peste” tutto ciò che è oversize, i pantaloni a vita bassa e lo sportivo in generale.
Sempre un secco no è rappresentato dalla salopette, il jeans in generale, i pantaloni skinny, i pantaloni con le tasche, il jeans a vita bassa, gli hip –huggers, i boyfriend.
Questa tipologia classica, necessita di pantaloni a gamba dritta ovvero tagliati dalla vita fino l’orlo, senza stranezze varie.


Si potrebbe provare il bootcut ovvero un pantalone tagliato con la gamba leggermente svasata dal ginocchio in giù e grandi passanti per la cintura. Sempre da provare il pantalone classico, con gamba ampia, risvolto e pinces frontali: il c.d. pantalone maschile realizzato con tessuti pesanti come il tweed e tutti i filanti di lana. Ho specificato “da provare” perché troppo largo non mi convince particolarmente.



Profumi: Esalterei la parte armocromatica in questo settore e darei libero spazio al lato autunnale.
Profumi pieni, rotondi, opulenti sensuali.



Note asciutte, molto secche a volte, che cercano di riprodurre l'odore caratteristico del cuoio: fumo, legna bruciata, tabacco, betulla, catrame di betulla, olio di Cade, accordi legnosi, mielati, erbacei che caratterizzano la nota tabacco biondo...
Esempio, Dzing dell’Artisan Parfumeur arricchito pure da note caramellate.
Note consigliate: vaniglia o fava tonka, accordi ambrati (resine e/o note di ambra grigia), legno di sandalo, sovente anche patchouli e muschi, garofano.
Proverei pure l'Ambra, considerata la nota preferita dalle donne di potere e di carattere.
Forse con delle  note fruttate quali: mela, pera, albicocca, lampone, fragola, prugna ecc. 
Ambre à Sade Nez à Nez, Lann-Ael Lostmarc'h.



To be continued Giusy dG per Rossetto e Merletto.








Nessun commento:

Posta un commento