3 giugno 2016

Costumi -prima parte-

Costumi...





Prova costume, nome in codice PANICO!

La mia amica Nicoletta, che ha un negozio Benettonmi ha chiesto gentilmente di catalogare i costumi di questa stagione per varie categorie, visto e considerato che alle lettrici di Rossetto & Merletto fa vari sconti partendo dal 10%.

Devo ammettere che da collezionista quale sono ho sempre avuto il debole per i costumi, quindi l'idea mi è subito piaciuta.
Quando una donna pensa al costume ha in testa una sola immagine: Ursula Andress in James Bond 007 Licenza d’uccidere che fa infartuare gli uomini di tutto il mondo sfoggiando un bikini bianco con cintura, senza precedenti…Ed era il 1970 .
Chi una volta nella vita è stato esente dal panico della tanto famigerata scelta del costume?
Nessun, credo.
Il 70% delle donne vivono male l’idea di recarsi in spiaggia e farsi vedere nelle loro imperfezioni,se davvero poi le hanno.
Molte volte andare al mare è una vetrina dove si esibiscono fisici scultorei che cadono spesso nella volgarità del mero esibizionismo fine a se stesso...
Almeno per come la vedo io.

Questo articolo è dedicato al concetto di valorizzarci per ciò che siamo, non traumatizzarci per quello che vorremmo essere.
Per tale motivo ho chiesto a tutte le ragazze dei miei gruppi, di acconsentire che pubblicassi le loro foto naturali, e non esporre le classiche foto di modelle trovate nel web (tranne tre casi in cui mostro dei modelli).

La donna è bella a mio avviso quando è consapevole di se stessa, della donna che è, che è diventata, del proprio fascino, dei propri pregi.
Una donna sicura di se stessa ha una marcia in più rispetto alle altre, e non c’entra il fattore fisico.
Può essere alta, bassa, in sovrappeso, in piena forma fisica, con la cellulite e la ricrescita della peluria in vista…
Rimane se stessa sempre, si accetta, sa qual è il suo reale potenziale e cascasse il mondo rimane ferma su di sé.
Siete al mare, non negatevi mai nulla, non condizionatevi l’esistenza dall'idea del corpo perfetto...
State con le amiche, rilassatevi, respirate lo iodio, fatevi un aperitivo verso le 19 e non date mai per scontato che tanto ci ritornerete...La vostra vita è oggi, domani si vedrà...
Il segreto è essere sicure di se stesse, l’atteggiamento aiuta tantissimo.
Detto ciò vi elenco diverse cose da sapere nella scelta del costume, in modo tale da semplificarvi la vita e spero di aiutarvi in qualche modo.
Una famosa fashion blogger, che ha lavorato per tutte le principali case di moda e riviste del settore, che leggo spesso e stimo, ha scritto tempo fa che per i costumi è più indicato il nero, i colori scuri e meno stoffa c’è meglio è!
Ecco, questo è FALSO!
RESETTATE TUTTO.
E’ esattamente il contrario…
Il mito del nero e i colori scuri quando si tratta di costumi è errato, concentra l'attenzione sul fisico distogliendola dal costume. E’ indicato per la modella dal fisico longilineo ma per noi comuni mortali proprio no.
I profani definiscono per lo più armonici solo gli accostamenti di colori aventi caratteri simili o di identico valore tonale. In genere il loro giudizio di armonico o disarmonico rientra nel quadro percettivo del piacevole, gradevole; o spiacevole, sgradevole; o del simpatico o non simpatico.
Armonia significa equilibrio, simmetria di forze.
Armocromia è, detto in maniera semplicistica, armonia dei colori…
L'armocromia è leggere i colori di una persona, semplicemente dall'equilibrio che si forma coi colori esterni ed i vostri colori...
In questo articolo però non parlerò di armocromia perché con tutta franchezza non credo sia utile con i costumi.
Vi spiego: il colore nero o gli scuri in genere nei costumi non snelliscono, (i vestiti sì) le piccole dimensioni di stoffa no!!!! Una culotte scura vi farà sembrare il vostro regale posteriore ancora più grosso…Se mettete un costume semplice e scuro, concentrate l'attenzione sul fisico distogliendola dal costume.
Indi per cui se siete super affffffisicate usate costumi scuri e minimal, se siete morbide con qualche adorabile difettuccio...nada de nada! Via alle fantasie ed ai colori hot!!!
Trovare il costume adatto a noi è già una bella impresa, trovarlo pure della nostra stagione diventa titanica.
Poi le fantasie vivaci in un costume aiutano a distogliere l’attenzione dal fisico; quindi sinceramente non me la sento di consigliarvi di seguire pedissequamente l’armocromia in un settore così delicato.
Anche perché un costume della vostra stagione armocromatica renderà più naturale il tutto, quindi metterà in risalto anche il fisico. Ecco, molte donne vogliono deviare lo guardo dal fisico, proprio perché non si sentono particolarmente in forma.
In quel caso invece devono scegliere un colore totalmente fuori stagione in realtà, è un "trucchetto ottico". Distogli l'attenzione con dei colori vivaci.
Non si dovrebbe dire?! Sinceramente non me la sento.
Perché aiutare una donna a piacersi implica VARIE FASI della sua vita..

Trucchetti:



      Mai il costume a fascia se siete dalla terza di seno in su ed avete un seno pesante.
      La fascia orizzontale ALLARGA LE SPALLEEEEE quindi è ok solo a chi ha le spalle piccole, il seno non troppo grande, né troppo piccolo, allora ok la fascia sta bene!!!
Se siete delle maggiorate l’effetto orecchie Basset hound è garantito .
Per chi ha il seno grande il costume dovrà sostenere il peso, sono ok i modelli a balconcino con ferretto; soprattutto per esperienza personale, sono miracolosi quelli con una spallina bella spessa che riescono ad avvolgere il busto senza salire sulla schiena!
Sinceramente preferisco anche le coppe rigide perché modellano in seno come nessun altro e non c'è pericolo che si spostino.
Purtroppo questi modelli con le coppe rigide si asciugano lentamente, ma basta portarsi un cambio, e il problema si risolve.













Per le ragazze con pochissimo seno, l’effetto benda da mosca cieca è l’alter ego del basset hound.
Optate invece per bikini con balze sulla parte superiore e applicazioni, ruches: creano volume. Trovo molto "romantic style" ruches , applicazioni, pizzetti: sono favolosi e creano volume con poco...















































Dovete capire un piccolo meccanismo semplice semplice: strass, perline, pizzi, balze, applicazioni, rouche, fiocchi hanno la funzione di aggiungere volume. Arricciature e volants faranno apparire il seno più pieno.
I costumi Boho, con le frange, che andavano l’anno scorso erano perfetti per camuffare, creano volume ed otticamente danno movimento ...
Quindi sta a voi usarle dove questo volume manca..
Le righe orizzontali allargano, le fasce allargano il torace.


Qui sotto vi posto la collezione di quest'anno Benetton, e alcune ragazze che ringrazio pubblicamente per essersi prestate ai miei esperimenti..
Il primo è una fantasia a fiori, che ricorda la flora equatoriale, coloratissimo.












Per quanto riguarda Kibbe c'è da premettere una cosa, alcuni stili di costumi si adattano ad una nuova tipologia Kibbe che fino all'ultimo ero restia ad introdurre...
L'ethereal è una categoria che originariamente fa parte del sistema di John Kitchener, da cui il metodo Kibbe deriva, ma che è stata da quest'ultimo scartata, insieme all'Ingenue - penso anche per una questione di periodo storico e consecutiva moda, visto che il libro Metamorphosis è della seconda metà degli anni '80!-.
Le ingenue, vi spiego, le ethereal le ho introdotte dopo alcune riflessioni di cui vi parlerò in un separato articolo, introducendo un mio sistema di catalogazione in cui ho affiancato l'antique\retrò inventato da me. Brevemente, le ethereal hanno una femminilità antica, non retrò o vintage, attenzione! Non elementi vintage anni '50, ma medioevali. Non sessuali come le Romantic ,le donne di questa categoria, ad esempio, possono avere fino da bambine un'aria di saggezza che le fa sembrare più mature della media. Una bellezza fuori dal tempo, dalla storia; infatti nei film a volte anche le rappresentazioni di un certo tipo di lontano futuro sono ethereal, secondo me. Sembrano le abitanti di Atlantide, per capirci.
Che se ne dica è una categoria rara, non basta portare un tessuto leggero per esserlo.
Siccome riscontro che molte donne hanno un fattore prettamente vintage ho creato anche un'altra categoria per alcuni versi simile, ma ne parlerò in separata sede.

Tornando sul discorso costumi qui devo segnalarvi la categoria Ingenue, perché si ricollega ad una determinata tipologia di costumi. 
Questa categoria si distingue dal romantic perché è una femminilità non sexy, le ingenue sono femminili, ma non in maniera lussureggiante; e si differenziano da Gamine perché, per quanto tutte e due rappresentino la fanciullezza, l'ingenue è yin e gamine è yang, simil "Pippi calze lunghe " l'una, appunto ingenua, mentre l'altra sempre un po' maliziosa.
Kibbe all'epoca la escluse perché, come altri, non crede che possa far parte di un sistema che si rivolge ad un pubblico di adulti.
Le ingenue sono valorizzate da particolari legati all'infanzia, che risulterebbero fuori luogo e ridicoli su qualsiasi altra categoria, giusto le soft gamine assomigliano loro molto.
E' uno stile Lolita/Preppy, le linee che donano alle ingenue sono curve piccole e nette, hanno mani e piedi piccoli e delicati, viso tondeggiante, occhioni, nasino, guance tonde, bocca piccola ma labbra piene .
Con vestiti troppo sexy delle romantic sembrano delle bimbe che giocano con i vestiti da adulta. Possono comunque essere molto sensuali.
Fu proprio togliendo il pezzo sulle romantic per sistemarlo che, guardando  Marilyn Monroe, mi sono resa conto che il suo aspetto era ingenue e l'ha resa un idolo.
Il viso, le movenze anche a volte goffe se la guardate al rallentatore, ci rappresentano una bellezza nuova che si distanziava completamente dal modello "femme fatale" ma allo stesso tempo ipnotizzava..
Altro esempio? Lupita Nyong'o, se le guardate il viso lo si capisce...






Detto ciò, ci sono molti costumi very "parisienne style" che servono a riempire magari il seno egregiamente e che sarebbero perfetti sulle ingenue...


Provate con i costumi da bagno ricchi di volant o con qualche frangia svolazzante ed applicazioni romantiche e fanciullesche. Modelli ovviamente adatti come ho già specificato a chi ha un seno piccolo e sodo. Se per caso siete abbondanti sui fianchi optate per lo slip che si chiude con i lacci spessi (lasciati lunghi ) e con qualche arricciatura laterale in modo da dare movimento oppure ad uno slip da provare più alto.
Lo slip può essere legato lateralmente con un fiocco, meglio se spesso e non sottile. Oltre a evitare di stringere, il fiocco interrompe la linea del fianco minimizzandone le proporzioni.
Potete regolarvelo in modo tale che non stringa e tenuto fluttuante sul fianco distrae l'attenzione.
Il costume tagliato dritto sul sedere lo appiattisce senza pietà; la brasiliana fa sembrare il sedere più rotondo invece, è un "banale" effetto ottico!










Ho detto più o meno tutto .
Direi fine prima parte.


To be continued Giusy dG R&M.
Ringrazio tutte le ragazze che si sono prestate con le loro foto per la realizzazione di questa prima parte.

Nessun commento:

Posta un commento