28 ottobre 2015

Armocromia e Profumi





Da collezionista di profumi di nicchia - sto a 136 bottiglie,tra i collezionisti sono una pivellina, conosco appassionati che hanno librerie intere piene di profumi,custoditi come reliquie- era da un po’ di tempo che volevo scrivere un articolo sul legame tra armocromia e profumi…
Questo articolo sarà breve,serve solo per annunciarvi che scriverò parecchio sull’argomento appena finirò le stagioni e Kibbe.
Serve a mettervi la pulce nell'orecchio.
Devo premettere una cosa, il profumo è legato ai ricordi e al gusto personale, è molto soggettivo,ostile alle catalogazioni.
Io stessa vario molto coi gusti, colleziono ciò che mi emoziona e spesso spazio da generi completamente opposti.
Se penso a mio papà mi vengono in mente zaffate di Monsieur di Givenchy ,o colonie inglesi di Creed o Penhaligon's,miste al tabacco delle sue amate sigarette .
Papà non aveva un olfatto particolare, ma era un grandissimo edonista,devo a lui la mia passione per la nicchia,quando stava fuori per lavoro mi comprava sempre un profumino soprattutto di Creed e quando tornava non vedevo l'ora di spruzzarmelo.
Quando l'ho perso ho cominciato a collezionare profumi,eccetto i Creed.
Se penso a mia nonna invece mi vengono in mente: lavanda,naftalina,tuberosa,fichi e uva fragola.
Preparava sacchettini di lavanda,usava la naftalina contro le tarme ed infestava i suoi cassetti di questa miscela esplosiva, molto puzzolente aggiungerei.
Appena sento odor di naftalina dico a me stessa:<<nonna>>.
La tuberosa invece la faceva sognare, aveva un adorazione per questo fiore insieme al giglio, ed era ghiotta di fichi e di uva fragola ..

Ecco mia nonna aveva un olfatto fuori dal comune,impressionante,la chiamavamo cane da caccia.
Sin da piccola lei e mia mamma mi hanno abituata alle essenze,alla natura, a riconoscere i fiori e le piante.Le sarò sempre grata per tutto quello che mi ha tramandato,un bagaglio culturale notevole che mi porterò sempre dietro perchè ormai fa parte di me medesima,è la mia storia.
Tutt’ora quando mi manca faccio una scorpacciata di uva fragola, e di recente mi son fatta fare un profumo apposta che odorasse di uva fragola.

La cantante Madonna ad esempio armocromaticamente è un'estate soft chiara, ed è una appassionata di profumi alla tuberosa (Fracas di Piguet è in assoluto il suo preferito,il capostipite dei profumi alla tuberosa) perchè le ricordano la madre.
Questo per dire quanto i profumi sono legati alle emozioni ed al proprio passato.
Tuttavia tornando al discorso iniziale ogni stagione ha i suoi profumi..

Questo non lo dico io, è la natura che con le sue stagioni ci offre anche i suoi odori..
All’estate appartiene il cocco ad esempio,ylang ylang,la lavanda,la violetta,l'ananas,il fico,i profumi marini c.d.ozonici,le piante acquatiche,le alghe,che ricordano l'odore del mare come il tanto inflazionato Acqua di Sale del Profumum o
Dolce & Gabbana Light Blue.
Il profumo di pulito,di etereo,di leggero tanto per capirci..
L’inverno ha i cuoiati (il profondo secondo me) note asciutte, molto secche a volte, che cercano di riprodurre l'odore caratteristico del cuoio: fumo, legna bruciata, tabacco, betulla,incenso..

Ma non solo,ha note verdi aromatiche come il timo, assenzio, mirto, rosmarino, salvia. Pure la famiglia dei "felciati" può essere invernale.
Invernali sono anche gli agrumati o anche detti esperidati.
Sono ottenuti da oli essenziali ricavati dalla buccia degli agrumi, quali il bergamotto, il limone, l'arancia, il mandarino, il pompelmo, il kumquat, il lime, lo yuzu e così via..Quest'ultimi sono anche estivi.
L’autunno col tutto il suo calore ha le spezie,gli oud,l’ambra,la liquirizia,la cannella,il miele,la vaniglia,il sandalo,i mandorlati,il cioccolato insomma detto in gergo <<le bombazze>> all’Hipnotic Poison di Dior o
Angel di Thierry Mugler per capirci…
Anche i chypré\cipriati sono autunnali, ai quali il muschio animale apporta una sfumatura di tipo boschivo, ricca, umida, terrosa ma allo stesso tempo calda e vellutata,dona una forte "ossatura" alle fragranze. Altra caratteristica importante degli Chypré è che sono solitamente profumi di gran carattere, risoluti, fieri, molto presenti, mai "dolci" ma allo stesso tempo estremamente carnali.
Il cipriato per eccellenza è Chanel N.5,la cui riformulazione perdonatemi ma la trovo insopportabile da donna molto anziana.
(Piccolo OT l'inventore dei cipriati è Francois Coty classe 1917 dopo la sua permanenza sull'Isola di Cipro da cui deriva il nome).
Se avete invece la fortuna di possedere un estratto di Chanel N.5 capirete subito l'odore di quella dolcezza carnale.Bellezza che si fonde all’idea di una donna che dorme nuda, avvolta solo da una goccia di profumo,come di fondo è stato concepito.
E la primavera?
Beh i trionfo dei fiori:tuberosa in primis, gardenia,gelsomino,mughetto,giglio,glicine,peonia,mimosa,iris (dipende),tutti i fiori bianchi.Alcuni fruttati come la fragola,la ciliegia,l'albicocca etc sono primaverili..

I floreali sia soliflore, sia bouquet..Profumi molto femminili che sanno proprio di femmina.
Posso citarvi per farvi capire il genere,visto che le primavere le trascuro un pochino:Beyond Love, By Kilian ,Do Son, Diptyque, edt/edp ,Gardez Moi, Jovoy Paris ,Mimosa pour moi, L'Artisan Parfumeur ,Nuda, Nasomatto ,Olene, Diptyque, edt ,Ophelia, Heeley, edp ,Fleurdenya di Francesca dell'Oro,White Tubereuse, Reminescence,Amor Amor, Cacharel,Datura Nour di Serge Lutens,Love in White Creed, Un Matin d'Orage Annick Goutal, edt,Songes  Annick Goutal,Spring Flower Creed,Acqua Fiorentina Creed,Little Italy Bond No 9,Un Matin d'Orage Annick Goutal, edt,Perle di Bianca Simone Cosac, Cheap&Chic Chic Petals, Moschino.
Sono solo alcuni questi citati ma c’è l’imbarazzo della scelta.

E la rosa?
Sua maestà la rosa secondo me può essere sia fredda che calda,dipende da come si lavora, può essere speziata o <<ruggiadosa>>dipende dal profumo..
Certo una rosa turca o la qualità Taif lavorata con le spezie insieme all'oud è decisamente autunnale.
La mia preferita,potrei impazzire per quel profumo come pure per l'oud e i muschi animali.
Di solito in profumeria si narra che ci sono due correnti di pensiero,gli amanti della rosa e gli amanti della tuberosa.
Secondo me è vero in parte,sono una patita della rosa e non amavo la tuberosa, troppo <<caramellosa>> per i miei gusti,eppure di recente l'ho riscoperta e non riesco più a farne a meno.
Il profumo come i gusti sono anche evoluzione e sperimentazione,legati anche all'umore.
Parecchie di voi mi chiedono come si fa a stabilire la stagione di un profumo.

Il metodo più semplice,pratico e lineare è in base alla piramide olfattiva di ogni singolo profumo..
Ad esempio Acqua di Giò di Giorgio Armani per citare un profumo commerciale, conosciuto da tutti, ha una composizione costruita da una perfetta armonia di note agrumate e salate che ricordano l'acqua del mare,a tratti sono pungenti quando si avverte il rosmarino.
L’agrume amaro con sfumature aromatiche di rosmarino -credo anche mirto- e note ozoniche si percepiscono subito, dopo un pochino si fanno largo le note speziate ma sono ammorbidite da un fondo muschiato.

Un muschio bianco non animale i c.d.muschi di sintesi,Galaxolide,Habanolide,Exaltolide quelli che tanto mi stanno antipatici perchè mi danno l'idea del detersivo (de gustibus).
Il  profumo a mio avviso è decisamente freddo, da stagioni fredde come l' estate o l'inverno anche se non ho dubbi che appartenga a quest’ultimo,anzi al re degli inverni:l'assoluto.
(Come pure  il conosciutissimo CK One, Calvin Klein è sempre da inverno assoluto).


Concludo citando questo:


<<Ognuno di noi ha un ricordo,
ognuno di noi ha una stagione;
ogni stagione ha il suo profumo.>>

Ho trovato questa poesia su internet,non so chi l'abbia scritta se no la citerei,lo prendo in prestito per concludere facendo i miei complimenti perchè mi ha colpita molto.

A presto to be continued  Giusy dG  per R&M.

10 commenti:

  1. Ed essere una stagione e amare i profumi di un'altra secondo te è possibile? Io credo proprio di essere una IP ma amo tutti i profumi che hai nominato per l'autunno, anzi sono proprio i miei! Per inciso sono nata in autunno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è abbastanza normale, il 60% dei profumi in commercio sono autunnali mentre tutti i rossetti fighi sono invernali.Alla fine una persona deve adattare i propri gusti alle varie circostanze e perchè no anche all'armocromia..Metti ciò che ti aggrada di più magari dai una possibilità pure ai profumi c.d. freddi...Ad esempio sono un autunno e amo i miei profumi però compro spesso pure primaverili ed estivi...Invernali molto freddi mi piacerebbero pure ma noto che mi stanno malissimo, virano tantissimo. Ad esempio Aventus di Creed sulla mia dolce metà sta divino si sente il mirto, su di me si sentono solo gli agrumi ed è fastidioso...Sembro una spremuta di limoni ambulante.

      Elimina
  2. Sono andata a rileggermeli. ... incenso, fumo, betulla... mmhh. Neanch'io reggo gli agrumi e neanche i fioriti, ma il gelsomino su mio marito è una meraviglia, sembra profumo di spezie e di suk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su alcuni uomini il gelsomino o la rosa sta da Dio...Molto meglio che su alcune donne...Forse sai qual'è il vostro profumo ? Bandit di Piguet ...Molto ip

      Elimina
  3. Che bello, quante conoscenze!! Molto interessante! Io adoro i profumi marini, leggeri e frizzanti, non dolci ma agrumati, forse un po' da ragazzina (mi piace ad es. Blugirl jus n.1 che molti trovano insopportabile), però mi sembrano profumi più adatti alla primavera e all'estate. In autunno e inverno, infatti, non so mai cosa mettermi e di solito non uso profumo. Ho provato profumi più speziati e cipriati ma su di me non funzionano, dopo un po' mi nauseano e li trovo troppo pesanti. Hai qualche idea da suggerirmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, guarda a me piace la nicchia purtroppo per le mie finanze quindi posso citarti : Sandflowers di Montale, i Creed e gli Heleey...Sono freschi,leggeri,frizzanti il Montale invece è un marino al mirto molto classico...Di recente un mio amico che voleva un parere per un profumo mi ha regalato un commerciale Paco Rabanne Olympea e ti dirò, nulla di nuovo sotto il sole, però potrebbe piacerti visto i profumi che hai citato. Magari su di te funziona...

      Elimina
    2. Già, immagino che i profumi di nicchia (che non ho mai annusato neanche da lontano) siano tutta un'altra cosa....però io non sono una grandissima fan del profumo, per tanti anni ne ho fatto a meno senza problemi e una bottiglietta mi dura una vita, con l'inconveniente che avere lì quel liquido per tanto tempo, che cambia colore e magari diventa anche superalcolico e importabile, mi fa tristezza e mi fa pensare "che spreco". Per questo in genere mi accontento di cose poco costose. Però magari potrei per una volta, anche solo una, concedermi un piccolo lusso, per lo sfizio e la curiosità. Ma poi i profumi scadono? O quelli buoni, invecchiando, migliorano come il buon vino? (scusa se la domanda è idiota, ma io sono proprio profana)

      Elimina
    3. Se li tieni lontani dalla luce possono durare decenni ...
      Tieni la scatola non buttarla e mettili al chiuso in un luogo asciutto,l'armadio è perfetto! Cambiano solo con la luce ed il calore.

      Elimina
  4. Che bel post!
    Istintivamente mi ha sempre affascinata il mondo dei profumi, ma è da poco tempo che ho deciso di "farmi una cultura" a riguardo... sperando di non prosciugare troppo le mie finanze! Il mio ultimo acquisto è Sideris di Maria Candida Gentile - e immagino che sia anche opera tua, dato che l'ho scelto tenendo presente il suo legame con l'Autunno Profondo... :) quindi grazie :)

    Karsi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è mistico quel profumo,ottima scelta. Incenso, Cisto, Mirra, pepe bianco, zafferano,sandalo,miele è caldo,autunnale !Fammi sapere la longevità!

      Elimina